info@gymoplan.it

Fabbisogno proteico

COSA SONO E A COSA SERVONO LE PROTEINE?

Le proteine, o protidi, sono macromolecole biologiche costituite da catene di aminoacidi uniti fra loro con legami peptidici. La separazione cromatografica di alcuni estratti proteici ha permesso di dimostrare che gli aminoacidi presenti in tutte le proteine naturali sono venti, ciò porta a dedurre che l’enorme varietà delle strutture proteiche dipende dalle pressoché illimitate possibilità di combinazione di questi aminoacidi.

Le proteine svolgono una vasta gamma di funzioni all’interno degli organismi viventi, tra cui la catalisi delle reazioni metaboliche, la funzione di sintesi, la risposta agli stimoli e il trasporto di molecole da un luogo ad un altro.

 

 

QUANTE PROTEINE BISOGNA ASSUMERE?

Le proteine sono necessarie nella dieta degli animali (incluso l’uomo), in quanto non possono sintetizzare tutti gli aminoacidi di cui necessitano e devono ottenere alcuni di essi dal cibo.

Un apporto proteico uguale o leggermente inferiore a 1 g/kg di peso corporeo è sufficiente ad evitare la carenza nelle persone con una vita sedentaria, mentre nei soggetti più sportivi il fabbisogno ideale sarebbe di 1,5 g/kg, oppure nel caso di attività motorie molto intense anche 2 g/kg.

 

 

ECCESSO DI PROTEINE

Le proteine sono soggette ad un continuo processo di demolizione e sintesi, attraverso il quale l’organismo è in grado di rinnovare continuamente quelle logorate sostituendole con nuovo materiale proteico. Un eccesso può provocare un sovraccarico a livello renale, causato dall’eliminazione dell’azoto che costituisce la parte nociva degli aminoacidi; inoltre tutte le proteine assunte che non sono necessarie vengono trasformate in riserve energetiche sotto forme di adipe.

 

 

CARENZA DI PROTEINE

La carenza di proteine è una condizione di malnutrizione che in forma lieve può portare
alla perdita di peso, dovuta dalla diminuzione di massa muscolare, o all’indolenzimento muscolare oppure all’affaticamento precoce; mentre in situazione più gravi può causare una grossa riduzione di tutte le componenti a base proteica dell’organismo, oppure all’autodigestione delle proteine muscolari per produrre energia.